Antonio Fogazzaro – Mostra permanente

Fogazzaro-incisione-6-bn

Nasce a Vicenza, il 25 marzo 1842, da Teresa Barrera e Mariano, intellettuale e patriota, come i suoi fratelli Don Giuseppe e Luigi Fogazzaro, primo Sindaco di Montegalda, dopo l’unità d’Italia; nel 1874, Antonio pubblica la sua prima opera, il poemetto Miranda, quindi la raccolta di poesie Valsolda nel 1876, dedicata ai luoghi della sua infanzia; poi nel 1881, pubblica Malombra, il primo vero romanzo dell’autore.
Nel 1884 pubblica Daniele Cortis, romanzo che tratta di un deputato cattolico, che propone la costituzione di un nuovo partito politico nel panorama italiano dopo l’annessione del Veneto all’Italia; segue il Mistero del poeta, pubblicato nel 1888, ed ambientato nella cittadina di Eichstätt in Baviera.
Nel 1895 darà alle stampe il suo capolavoro, Piccolo Mondo Antico, la storia di Franco e Luisa Maironi, sposi nella materna Valsolda, contro la volontà della nonna di lui, una vecchia marchesa austriacante.
Nel 1896, sarà nominato Senatore del Regno e il 6 luglio 1899, viene eletto Consigliere del Comune di Montegalda, dove rimane in carica fino all’ultimo giorno della sua vita.
Nel 1890 pubblica Piccolo Mondo Moderno, ambientato in parte a Montegalda, dove l’autore aderisce alle teorie del modernismo, che verranno maggiormente amplificate con Il Santo del 1905, romanzo condannato all’Indice. Nel 1910, pubblica Leila, ambientato nella villa di Velo d’Astico e dopo una breve malattia, il 7 marzo 1911, Antonio Fogazzaro, muore.

SENTIERO FOGAZZARIANO

E' un percorso a piedi, in partenza da Piazza Marconi ed arrivo alla Chiesa e Convento di San Marco prima e poi alla Villa Fogazzaro Roi Colbachini, con il Museo Veneto delle Campane, illustrato da una serie di pannelli che presentano il patrimonio storico architettonico del luogo, di cui il primo posizionato a fianco dell'edicola in Piazza Marconi. In particolare: il Castello Grimani Sorlini, la Pieve di S. Giustina, la Villa Gualdo, il fiume Bacchiglione, i mulini galleggianti, il monte Buso con la torre colombara, la Villa Lioy, il Monte San Marco con la Chiesa e il Convento ed infine la Villa Fogazzaro Roi Colbachini con giardino, parco, il Museo Veneto delle Campane, la vegetazione presente sui colli e i grandi alberi del WWF.

CAMMINO FOGAZZARO-ROI

E' un percorso pedonale di 80 km che parte da Montegalda e in 4 tappe, si raggiunge, Longare, Vicenza, Marano Vicentino, Velo d'Astico, Tonezza del Cimone, lungo stradine, argini, sentieri, ricchi di tesori d'arte e natura, nei luoghi narrati dal famoso romanziere.

IL LASCITO GIUSEPPE ROI AL MUSEO CIVICO DI PALAZZO CHIERICATI

Dal 24 maggio 2012 al Museo Civico di Palazzo Chiericati a Vicenza sono aperte le "Stanze ritrovate", tre sale del sottotetto nord, dove sono esposte in via permanente la collezione di opere d'arte che il marchese Giuseppe Roi (1924-2009), mecenate illuminato e grande protettore delle arti e della cultura, ha donato alla Pinacoteca vicentina per sua disposizione testamentaria.
Sono presenti vari momenti di vita nella villa Fogazzaro di Montegalda compresa la visita della Principessa Margaret d' Inghilterra.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>